You are here Home

Benvenuto nel sito Istituzionale del Comune di Mompeo

Piano Anticorruzione 2017-2019

Si comunica che in data odierna, 20.02.2017, è stato approvato il piano anticorruzione 2017-2019 consultabile nella sezione "amministrazione trasparente"- "altri contenuti" - "anticorruzione".

 

D.L. 189/2016 coordinato con legge di conversione n.229 "Interventi urgenti in favore delle popolazioni colpite dagli eventi sismici del 2016, art. 35, c.7"

Si comunica che, presso la Cassa Edile della provincia di Rieti, è istituita un'apposita lista di prenotazione per l'accesso al lavoro.

Suddetta lista è articolata in due distinte sezioni, una per i lavoratori residenti nei territori interessati dagli eventi sismici e un'altra per i lavoratori residenti al di fuori.

È possibile iscriversi nelle liste recandosi presso la Cassa Edile di Rieti, in via Salaria per l'Aquila 44,

  • nei giorni di lunedi, martedi e mercoledi dalle ore 09.00 alle ore 17.00.

È, inoltre, possibile contattare l'Ente ai seguenti riferimenti:

tel. 0746.480063

email: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

pec: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

È gradita l'occasione per inviare vive cordialità.

Il Direttore, Felice Miccadei

 

Provvedimenti in ordine alla concessione del patrocino comunale, nonché dei locali di proprietà comunale in uso alle Associazioni “A.V.I.S., sezione Comunale di Mompeo”, “Cogli l’attimo”, “Federcacciatori, sezione comunale di Mompeo” e “Pro Loco Mompeo”.

Prot. n. 300  del 04.02.2017

A tutti i Consiglieri Comunali

Ai Presidenti delle Associazioni operanti  nel Comune di Mompeo

 

OGGETTO: Provvedimenti in ordine alla concessione del patrocino comunale, nonché dei locali di proprietà comunale in uso alle Associazioni “A.V.I.S., sezione Comunale di Mompeo”, “Cogli l’attimo”, “Federcacciatori, sezione comunale di Mompeo” e “Pro Loco Mompeo”.

 

In previsione della predisposizione del bilancio previsionale 2017/2020, visti gli attuali criteri di contabilità e la necessità di garantire la copertura di ogni singola spesa, si è ritenuto necessario intervenire su alcuni rapporti tra privati, associazioni e pubblica amministrazione, al fine di salvaguardare la continuità dei servizi pubblici essenziali in favore dei cittadini.

Infatti, nonostante l’attuale amministrazione abbia attuato e continui ad attuare una politica di severo risparmio, la criticità del momento storico e i continui interventi legislativi sempre più penalizzanti impongono scelte impopolari, ma coraggiose e necessarie per la sopravvivenza del nostro piccolo Comune.

Per i suesposti motivi, questa Amministrazione ha deciso di praticare delle limitazioni in ordine alle forme di concessione del patrocinio comunale, sempre più spesso richiesto dalle Associazioni del territorio in occasione di manifestazioni varie.

L’art. 6 del Regolamento per la concessione del patrocinio comunale, approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 7 del 05.07.2010, prevede che l’Amministrazione, dietro espressa richiesta da parte degli organizzatori della manifestazione, può concedere – a suo insindacabile giudizio e secondo le disponibilità economiche dell’Ente che rappresenta - :

a)      l’eventuale erogazione di contributi economici;

b)      l’eventuale uso gratuito delle strutture comunali nei tempi e nei modi indicati dall’Amministrazione;

c)      l’eventuale utilizzo gratuito di attrezzature disponibili di proprietà comunale nei tempi e nei modi indicati dall’Amministrazione;

d)     l’eventuale esenzione della TOSAP;

e)      l’eventuale conferimento di targhe, coppe o altri premi, secondo la natura e l’importanza della manifestazione o iniziativa patrocinata.

Nell’ottica di una politica di riduzione delle spese, da sempre perseguita da questa Amministrazione, si è deciso di limitare il patrocinio comunale all’utilizzo gratuito delle sole attrezzature di proprietà comunale, all’esenzione del pagamento della TOSAP e all’affissione gratuita di manifesti negli appositi spazi comunali.

Per quanto concerne l’utilizzo dei locali di proprietà comunale si deve fare riferimento alle tariffe previste dal Regolamento per la concessione in uso dei locali comunali: Auditorium, Sala Bernardino Naro e Sala Fabrizio Naro, approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 01 del 21.02.2009, regolamento che verrà esteso agli altri locali di proprietà dell’Ente.

Quanto alla Sala SAN NICOLA, attualmente concessa in uso alla Banda Musicale di Mompeo, la stessa sarà regolamentata in modo autonomo, in considerazione dell’importanza storica e tradizionale della predetta Associazione.

Sempre al fine di contenere la spesa pubblica, si è deciso – altresì - di modificare i criteri di utilizzo i locali che il Comune ha assegnato alle Associazioni del territorio.

Entro 30 giorni dalla ricezione della presente, tutte le Associazioni che utilizzano i locali adibiti alla ex sede comunale in Viale Regillo 21 dovranno provvedere a liberare le stanze precedentemente assegnate e a spostarsi presso il locale attualmente sede dell’A.V.I.S. sezione comunale di Mompeo e della Federcacciatori, sezione comunale di Mompeo.

Tutte le Associazioni che faranno uso dei locali di proprietà comunale saranno tenute a pagare in favore del Comune un contributo per i consumi di elettricità, da stabilire in percentuale sugli importi riportati nelle fatture periodiche.

Inoltre, si comunica che una copia della chiave del locale concesso alle associazioni, così come quella del locale sito in Via Roma - attualmente adibito a sportello turistico - dovrà essere custodita presso gli uffici comunali.

Certi di operare nell’interesse dell’Ente, si porgono distinti saluti.

 

Il Sindaco, Avv. Silvana Forniti.

 

Esposto inoltrato dall'Associazione Pro Loco alla Prefettura di Rieti

Prot. n. 202 del 25.01.2017

Preg.mo

Vice PREFETTO Vicario

Dott.ssa  CORTESI

 

OGGETTO: Riscontro a richiesta informazioni in ordine a utilizzo Sala Consiliare Bernardino Naro da parte dell'Associazione Pro-Loco di Mompeo – ESPOSTO inoltrato dall'Associazione.

Nel riscontrare la Vs. Preg.ma del 12.01.2016, ns. prot. n. 68, si rappresenta quanto di seguito:

1)      in data 21.12.2016 (ns. prot. n. 3467) la Pro-Loco di Mompeo presentava presso gli Uffici comunali la richiesta di patrocinio che si allega in copia;

2)      nella stessa data (ns. prot. n. 3468) la sig.ra Michela Cortegiani, quale delegata dell'Associazione Pro-Loco, depositava richiesta di utilizzo a titolo oneroso della Sala Bernardino Naro, che si allega in copia, unitamente alla ricevuta di versamento di € 200,00;

3)      la richiesta di cui al punto 1), pur se non presentata nel termine di 20 giorni prima previsto dal relativo regolamento, è stata evasa nel minor tempo possibile (4 gennaio 2017), dovendosi provvedere con delibera di giunta e, quindi, con la presenza del segretario comunale, il quale espleta il suo incarico presso la sede comunale di Mompeo soltanto il lunedì (si ricorda che la vicenda si è sviluppata nel periodo delle festività natalizie); l'Associazione Pro-Loco, tramite la delegata sopra indicata, è stata comunque avvertita verbalmente dal sottoscritto sindaco, alla presenza dell'addetta al protocollo, in ordine alla certezza della concessione del patrocinio richiesto (come è sempre stato concesso per ogni manifestazione), al fine di dare all'Associazione medesima la possibilità di organizzarsi e di pubblicizzare l'evento.

4)      Quanto alla richiesta di cui al punto 2), non veniva rilasciata la relativa autorizzazione per i seguenti motivi:

a) la Sala Bernardino Naro, attualmente adibita a Sala Consiliare, è stata richiesta per svolgere uno spettacolo e per un buffet;

b) il Regolamento per la concessione dei locali comunali, approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 1 del 21.02.2009, - che si allega in copia - prescrive all'art. 3: “La SALA D'ONORE BERNARDINO NARO può essere concessa per attività convegnistiche, cerimoniali e di rappresentanza”, all'art. 4: “I locali SALA FABRIZIO NARO e AUDITORIUM possono essere concessi a Enti pubblici, Associazioni e privati anche per iniziative private”, mentre all'art. 5: “È vietato far uso delle sedi sopra elencate per scopi diversi da quelli elencati”;

c) l'articolo 6 del medesimo Regolamento richiamato dalla Pro-Loco, - che recita: “Gli stabili in argomento sono concessi in uso, a titolo oneroso, ad Enti pubblici, ad Associazioni locali e a privati, per lo svolgimento di convegni, attività socio-culturali e ricreative”, - è palesemente in contraddizione con quanto prevedono gli articoli precedenti, tant'è che si prevede la modifica del Regolamento medesimo;

d) in ogni caso non è previsto alcun obbligo in merito a carico del Comune, ma semplicemente la facoltà di disporre dei beni secondo un criterio di opportunità;

e) peraltro, come in precedenza pubblicato con manifesti affissi negli spazi pubblici, sul sito e sulla pagina Facebook istituzionale del Comune (v. copia manifesto allegata), la Sala Bernardino Naro è compresa tra i locali oggetto di recente completamento dei lavori di ristrutturazione del Palazzo Baronale Orsini Naro, per i quali è INDISPENSABILE una bonifica, a causa dell'annosa presenza di volatili.

5) Con la deliberazione di Giunta n. 1 del 4 gennaio 2017, - il cui contenuto, come già detto, era stato anticipato immediatamente dopo la richiesta, - sono stati concessi A TITOLO GRATUITO:

- l'utilizzo della Sala Fabrizio Naro (art. 4 Regolamento sopra riportato);

- l'utilizzo della cucina del Centro Diurno;

- le attrezzature di proprietà comunale (tavoli, panche e sedie);

- l'esenzione dal pagamento della Tosap (suolo pubblico);

- l'affissione gratuita dei manifesti negli appositi spazi comunali.

6)      Nonostante quanto concesso, la Pro-Loco ha annullato la manifestazione solo ed esclusivamente al fine di protestare contro la decisione assunta dal sottoscritto Sindaco, poi avallata con la delibera di Giunta di cui al precedente punto 5, nonché al fine di diffamare pubblicamente la sua persona, come, purtroppo, è avvenuto in numerose altre occasioni (si allegano i due manifesti affissi negli appositi spazi pubblici e pubblicati sulla pagina facebook della Pro-Loco).

7)      Per quasi tre anni la scrivente ha tentato di instaurare con la predetta Associazione un rapporto improntato sulla massima tolleranza, come si evince chiaramente e a mero titolo di esempio dalla nota prot. n. 2988 del 29.10.2016, avente ad oggetto il riscontro alla richiesta di parere da parte della Pro-Loco per l'iscrizione all'Albo Regionale, che si allega in copia.

8)      Ma tale tentativo ad oggi si è rivelato del tutto inutile, considerato che di fatto detta associazione si identifica con la minoranza, condividendone pienamente le posizioni contro l'Amministrazione in carica, tutt'altro che propositive e costruttive.

Nel concludere la presente comunicazione, che si spera esaustiva, la scrivente manifesta la sua ferma intenzione di tutelare, nelle forme più opportune e nelle Sedi competenti, la propria dignità personale, istituzionale e professionale, più volte lesa gravemente con ogni forma di pubblicità.

Rimanendo a disposizione per ogni ulteriore chiarimento, porge distinti saluti

IL SINDACO

Avv. Silvana Forniti

 
Altri articoli...
Pagina 4 di 14