You are here Home

Benvenuto nel sito Istituzionale del Comune di Mompeo

Assegno di maternita'

L'assegno di maternità dei Comuni è un assegno che la madre non lavoratrice può richiedere al proprio Comune di residenza per la nascita del figlio oppure per l'adozione o per l'affidamento preadottivo di un minore di età non superiore ai 6 anni (o ai 18 in caso di adozioni o affidamenti internazionali).

La madre lavoratrice può richiedere l'assegno se non ha diritto all'indennità di maternità dell'Inps oppure alla retribuzione per il periodo di maternità. Se l'importo dell'indennità o delle retribuzione è inferiore all'importo dell'assegno, la madre lavoratrice può richiedere al Comune l'assegno in misura ridotta.

L'assegno di maternità spetta a condizione che i redditi e i patrimoni posseduti dal nucleo familiare della madre al momento della data della domanda di assegno non superino il valore dell'Indicatore della Situazione Economico (ISE) relativo all'anno 2015 (a tal proposito, vedi circolare Inps n. 64 del 30/03/2015 in allegato).

La domanda deve essere presentato al proprio Comune di residenza entro sei mesi dalla nascita del figlio o dall'ingresso in famiglia del minore adottato/affidato.

Per ulteriori informazioni rivolgersi all'assistente sociale del Comune di Mompeo, dott.ssa Lucia Passarani, disponibile presso gli uffici comunali tutti i martedi dalle ore 10.00 alle ore 13.00.

CircolareINPS

 

Vuoi diventare genitore affidatario?

FAMIGLIE SOLIDALI - PROGETTO AFFIDAMENTO E SOSTEGNO FAMILIARE

L’affidamento è un intervento di sostegno al bambino e alla sua famiglia. Permette al bambino di trovare in un’altra famiglia e per tutto il tempo necessario, quello che la sua al momento non è in grado di garantirgli, per motivi diversi. É progettato in base alle sue esigenze, alla situazione familiare specifica e ai problemi che essa presenta.

Il bambino resta nella famiglia affidataria per un periodo di tempo definito, durante il quale mantiene con la propria famiglia di origine rapporti regolari.

Significa quindi per lui, avere una famiglia in più e non una alternativa a quella di origine e vive le due famiglie come importanti risorse per la propria crescita e non tra loro in competizione.

L’affidamento è caratterizzato da stabilità, continuità e progettualità coinvolgendo in tutte le sue parti il bambino, la famiglia di origine e la famiglia affidataria.

Per qualsiasi informazione ci si può rivolgere al servizio sociale del territorio, con il quale si può intraprendere, qualora si fosse interessati, un percorso finalizzato dove si definisce l’abbinamento più adeguato tra le caratteristiche e le disponibilità della famiglia affidataria e le esigenze del bambino e della sua famiglia di origine.

Famiglie Solidali Brochure

 


 

AVVISO: NUOVO ORARIO DI APERTURA AL PUBBLICO

 

 
Pagina 14 di 14